Uomini Peter Pan

  Sono sempre di più gli uomini che non vogliono prendersi delle responsabilità, che vivono come eterni ragazzini, anche se l’età anagrafica è di molto superiore al loro stile di vita adolescenziale. Ma cosa si nasconde dietro a questi eterni Peter Pan?L’eterno Peter Pan abita o ha abitato con i genitori fino a 40 anni, […]

 

Sono sempre di più gli uomini che non vogliono prendersi delle responsabilità, che vivono come eterni ragazzini, anche se l’età anagrafica è di molto superiore al loro stile di vita adolescenziale. Ma cosa si nasconde dietro a questi eterni Peter Pan?L’eterno Peter Pan abita o ha abitato con i genitori fino a 40 anni, o perché hanno dipeso psicologicamente o semplicemente per comodità: camicie stirate, pranzo pronto e niente affitto.

Sono uomini viziati, che però quando iniziano una relazione con una donna lo nascondono bene ; solitamente sono aperti, disponibili e hanno tanti amici, single pure loro.

Solitamente  praticano attività prettamente maschili come alcuni sport, o hobby, sono di molta compagnia e affettuosi. Sessualmente sanno essere giocosi ma poco competenti dal punto di vista anatomico (non ha avuto molte storie, e comunque mai storie lunghe) e possono essere poco attenti al piacere femminile.

Che abitudini hanno?

Di solito frequentano chat, sale biliardo e discutono delle varie passioni (gli sport o i giochi che pratica).
L’eterno Peter Pan cerca una donna pratica che si occupi di quello che lui non ha voglia di fare (ovvero tutto, tranne giocare), che sia sempre allegra e abbia sempre voglia di fare un sacco di cose.
Ma non sopportano le donne altezzose e difficili, le persone serie e quelle che hanno poca voglia di giocare.




Potreste trovare interessanti anche questi articoli:



Questo articolo ha un commento

  • Gaetano Iarrobino scrive:

    Se la sindrome di Peter Pan prende spunto dal personaggio della favola che in molti conosciamo mi sembra che ci sia un’incongruenza.
    La personalità descritta sopra è molto lontana da quella del personaggio mitico.
    Peter Pan è coraggioso, affronta lealmente il nemico. E’ generoso, aiuta i suoi amici a apprendere la dote del volo. E’ simpatico e sa corteggiare, le sirene e le ragazzine s’innamorano di lui.
    Credo che la psicologia abbia screditato il personaggio favoloso paragonadolo ad adulti che vivono emotivamente una continua adolescenza casi riscontrabili anche in persone di sesso femminile.
    Anzi il mito di Peter Pan può essere d’aiuto a tutti per apprendere tecniche che aiutano a liberarsi dalle catene, paura, rabbia, fobie, che tengono imprigionati in modelli comportamentali retrogradi, e quando con successo questo avviene si potrà provare con piacere la sensazione di volare.
    Tanti saluti

Lascia un Commento

Si prega di inserire solo commenti inerenti l'articolo e l'argomento trattato.