La bioenergetica contro l’ansia

Un metodo per imparare a rilassarsi e a vivere con meno ansia le situazione è la bioenergetica.
Solitamente dopo un primo incontro con lo psicoterapeuta, le sedute prevedono esercizi psicofisici bioenergetici mirati a sciogliere le tensioni nei soliti punti critici: la zona cervicale, del diaframma e pelvica

Le ansie anticipatorie sono quelle che si presentano quando la persona non è ancora immersa nell’azione ma è già convinta di non saper far fronte adeguatamente alle cose che ha da fare. Non ha importanza se si tratta di incombenze importanti o di sciocchezze: l’idea di non essere all’altezza o di sbagliare è sempre in agguato.

Di certo non è un bel vivere, perchè in una situazione ansiogena la persona è sempre in tensione, non si rilassa e non gode mai veramente dei momenti.

Per prima cosa chi è ansioso e vuole vivere con serenità i momenti di relax, quando decide di fare qualcosa, non deve perdere tempo e farlo subito. L’azione distoglie il pensiero e non alimenta l’ansia. Ma l’azione non deve mai essere compulsiva.

In secondo luogo bisogna essere più tolleranti verso se stessi e non pretendere di essere perfetti.

La bioenergetica

Un metodo per imparare a rilassarsi e a vivere con meno ansia le situazione è la bioenergetica.

Solitamente dopo un primo incontro con lo psicoterapeuta, le sedute prevedono esercizi psicofisici bioenergetici mirati a sciogliere le tensioni nei soliti punti critici: la zona cervicale, del diaframma e pelvica. Si inizia con delle respirazioni lente e profonde per passare poi a movimenti che coinvolgono braccia e gambe, accompagnati da esercizi sonori. Per esempio si alzano i gomiti come per allontanare qualcuno e si urla “vai via”.

A questa parte attiva della terapia si affiancano dei massaggi nell’area del collo e delle spalle, vicino al diaframma e sul punto vita, per favorire il fluire delle emozioni.

Una sessione antiansia bioenergetica prevede 8 incontri individuali, uno a settimana per due mesi. Costa all’incirca 500 €; per info http://www.bioenergetica.eu/.

Un esercizio da fare da soliti

se il senso di ansia e panico non ti abbandona mai, mattina e sera concediti questo massaggio da fare con un cucchiaino di olio di mandorle a cui si aggiungono 1-2 gocce di olio essenziale all’arancio amaro, una di verbena, una di melissa e una di rosa. Bisogna ungere il pollice o le tre dita centrali della mano e con movimenti circolari massaggiare la zona del diaframma sotto lo sterno. Fare questo esercizio per sei atti respiratori lenti per allentare l’ansia e favorire una respirazione corretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *